Vai al menù principale |  Vai ai contenuti della pagina
Amministrazione Trasparente

icoIn primo piano

icoAree Tematiche

icoServizi OnLine

icoAltri Servizi

Seguici su Facebook
Dimensione testo:
     

Edifici Storici

Palazzo Municipale Il Municipio nel primo 900 La costruzione fu ultimata nel 1952 quando si decise di scindere le funzioni del vecchio edificio, costruito nel 1903, che fungeva da Palazzo municipale e Scuole Elementari.
La vecchia costruzione, ristrutturata più volte, corrispondeva alla Scuola Elementare San Carlo.

Da settembre 2002 è diventata sede del Liceo Eiropep.
Nel palazzo Municipale è conservata la "Pala Arconati", olio su legno datato 1536 attribuita alla scuola di Bernardino Luini.

Centro pensionati Centro pensionati Costruzione inaugurata il 2 giugno 1991 che sorge sull'area del vecchio "circolino" adibito a centro socio-assistenziale e ricreativo per anziani e sede di associazioni.
Palazzo De Capitaneis Meridiana Casa costruita verso la fine del 1500 da Ercole De Capitaneis, nobile imprenditore milanese. Il progetto originario non fu mai realizzato per la prematura scomparsa del proprietario nel 1602.
Di notevole interesse sono i resti di tre meridiane indicanti ore italiche poste sui diversi lati del palazzo per segnare le ore di ogni parte del giorno. Solamente di quella posta sul lato di via Giolitti è stato possibile un ripristino effettuato nel 1994. Da tempo la proprietà è stata smembrata e resa irriconoscibile e scomparso è il grandioso giardino all'italiana riportata sulle carte dell'epoca.
Palazzo Arconati Visconti Palazzo Arconati ViscontiEra una delle residenze nobiliari di campagna della famiglia Arconati Visconti.
La costruzione risale al XV sec. con rimaneggiamenti all'interno datati 1792 effettuati dalla marchesa Henriette Scokart di Tirimont, moglie di Galeazzo Arconati Visconti.
Di notevole interesse e prestigio il portico interno risalente alla prima metà del 1400. Ora di proprietà privata.
Palazzo Taverna Fontana di Palazzo Taverna Nell'edificio accanto si trovavano la casa del fattore e i rustici con i pozzi, la ghiacciaia e il torchio.
Il futuro del palazzo sarà quello di essere adibito a Centro Culturale a disposizione della collettività arconatese.
Costruito da Carlo de Capitaneis nella prima metà del 1600 entra, per via ereditaria, a far parte dei beni della famiglia Taverna che ne fu proprietaria fino al 1873 quando viene acquistato da Filippo Villoresi la cui famiglia ne resta proprietaria fino alla seconda metà del del 1900. Sul retro della casa si estendeva un parco e giardino che arrivava fino all'attuale vicolo Goldoni.
Di notevole interesse architettonico è il loggiato superiore murato presumibilmente nell'800 e recentemente riportato all'aspetto originario. Al piano inferiore si può ammirare il portico a 5 arcate e 4 colonne ed uno scalone attraverso il quale si accede al piano superiore.
Palazzo Taverna prima del restauroNell'edificio accanto, ora di proprietà privata, si trovavano la casa del fattore e i rustici con i pozzi, la ghiacciaia e il torchio. Il palazzo, il cui restauro è terminato nel giugno del 2000, è ora sede della Biblioteca Comunale.
Palazzo Villoresi Palazzo Villoresi La parte più antica di questa casa era intestata al signor Antonio Malatesta ed era una casa non nobile, ma certamente importante. Nel 1858 la troviamo annoverata tra le proprietà di mons. Stanislao Taverna; fu poi acquistata da Filippo Villoresi nel 1873 insieme a tutte le proprietà Taverna. Nel 1983 venne acquistata dal Comune di Arconate e trasformata in mini-alloggi per anziani.