Vai al menù principale |  Vai ai contenuti della pagina
Amministrazione Trasparente

icoIn primo piano

icoAree Tematiche

icoServizi OnLine

icoAltri Servizi

Seguici su Facebook
Dimensione testo:
     
È presente 1 allegato
Questo articolo è stato letto 237 volte
Pubblicato il: 01/07/2019    Segnala pagina su Facebook Segnala

LOTTA ALL'AMBROSIA AL FINE DI PREVENIRE LA PATOLOGIA ALLERGICA AD ESSA CORRELATA

LOTTA ALL'AMBROSIA AL FINE DI PREVENIRE LA PATOLOGIA ALLERGICA AD ESSA CORRELATA

E' lotta all'ambrosia. L'Amministrazione comunale, attraverso un'ordinanza firmata dal Sindaco decreta anche quest'anno il proprio impegno contro l'infestante che procura allergie a migliaia di persone nel territorio, mediante l'effettuazione di sfalci prima della maturazione delle infiorescenze e assolutamente prima dell'emissione di polline.

Gli sfalci previsti sono:

1° SFALCIO - ULTIMA SETTIMANA DI LUGLIO: é fatto obbligo di vigilare e procedere allo sfalcio, con un'altezza di taglio il più bassa possibile, per tutti i proprietari e conduttori di aree pubbliche/private, ai proprietari/conduttori di terreni incolti o coltivati, ai proprietari di aree verdi incolte e di aree industriali dismesse, agli amministratori di condominio, ai responsabili di cantieri edili.

2° SFALCIO - TRA LA FINE DELLA SECONDA DECADE E L'INIZIO DELLA TERZA DECADE DI AGOSTO.

Per il solo ambito agricolo viene prevista l'esecuzione di un solo intervento da effettuarsi nella prima metà di agosto, basandosi su un'attenta osservazione delle condizioni in campo e intervenendo sempre prima della fioritura.

In caso di ravvisata necessità e se la stagione climatica dovesse favorire un eccessivo ricaccio con fioritura, viene consigliato un ulteriore intervento all'inizio di settembre.

Tutti i cittadini, vengono comunque invitati ad eseguire una periodica ed accurata pulizia da ogni tipo di erba negli spazi aperti di propria pertinenza.

Per chi non ottempera all'ordinanza sono previste sanzioni amministrative da da €. 50 a €. 200, per un’area fino a 2000 m2  e da €. 200 a €. 500, per un’area oltre i 2000 m2

Tutti i dettagli nell'ordinanza allegata, scaricabile